La guerra tra i famigliari di Pino Daniele

La guerra tra i famigliari di Pino Daniele

26.07.2018

Va sempre a finire così quando si spegne un nome importante: chiusa la fase del dolore e della commozione, si cominciano a fare i conti. E nel caso di Pino Daniele si tratta di conti di un certo peso perché si parla di depositi, titoli, azioni societarie, beni immobili e diritti d’autore.

Il patrimonio sarà suddiviso tra gli eredi nel rispetto del Testamento che il cantautore aveva consegnato a un notaio romano e del cui contenuto i parenti sono stati informati.
In esso si evince l’esclusione della sua ultima compagna Amanda Bonini e fuori anche la famiglia napoletana: i tre fratelli, due sorelle e i vari nipoti.

Dunque i più premiati sono i figli Alessandro e Cristina, avuti dalla prima moglie, Dorina Giangrande. 
Ma anche Sara, Sofia e Francesco (gli ultimi due minorenni), nati dal matrimonio con la Sciabbarrasi. Ai 5 figli avuti dalle due mogli andrebbe il 50%. La restante metà, poi sarebbe stata assegnata al 50% all’ex moglie Fabiola (dalla quale non c’è mai stata separazione ufficiale) e l’altro 50% ripartito ancora tra i figli, ma solo fra i tre più piccoli.

Perché differenze tra figli? Perché Sara, Sofia e Francesco devono ancora costruirsi un futuro mentre al contrario Alessandro e Cristina hanno già da vivere essendo impegnati nell’entourage del padre. Da una parte la legge, l’anima e la paternità, dall’altra l’amore. La grande esclusa Amanda, che era al suo fianco nelle ultime ore di vita, dovrà lasciare anche la casa in Toscana dove viveva con lui.

Ora è guerra tra i famigliari…

 

BC Finance si occupa di consulenza patrimoniale e finanziaria in Romagna. E' costituita dall'esperienza di Paolo Badiali e Mario Chinellato che operano nel settore finanziario da oltre trent'anni. In modo particolare ci occupiamo di eredità patrimoniale